Skip to content Skip to navigation

Le abilità visive per la guida

Il 50% degli incidenti stradali dipende da cause legate alla percezione visiva *
Il 25% degli italiani ha una visione notturna non adeguata *
Il 90% delle informazioni utilizzate nella guida sono acquisite attraverso gli occhi. 

Ogni italiano passa mediamente circa 10 ore alla settimana alla guida.
Si guida in ogni condizione atmosferica, anche quelle meno favorevoli: col sole, la pioggia, la neve, la nebbia.
 

Versione stampabile

Le abilità visive necessarie per la guida
Alla luce delle più recenti acquisizioni scientifiche, le abilità visive necessarie per una guida efficiente e sicura sono:

  • Acutezza visiva: è la capacità di percepire i dettagli. Si misura in decimi di visus e il valore normalmente considerato normale è dieci decimi (10/10); un occhio giovane e in buona salute raggiunge comunque valori di acuità visiva più elevati;
  • Sensibilità al contrasto: è la capacità di percepire la differenza di luminanza esistente tra un oggetto e il proprio sfondo. Mentre l'acutezza visiva indica quale è la dimensione del più piccolo oggetto visibile, la sensibilità al contrasto determina, indipendentemente dalle sue dimensioni, quale è il minore contrasto che permette di distinguere l'oggetto e il suo sfondo;
  • Adattamento a varie condizioni di luminosità: è la capacità di far fronte alle variazioni di luminanza degli oggetti compresi nel proprio campo visivo, modificando il diametro pupillare e alternando l'attivazione dei fotorecettori retinici;
  • Visione binoculare (binocularità): è la capacità di percepire, integrando le informazioni provenienti dai due occhi, un'immagine singola e di qualità visiva superiore nonostante gli occhi raccolgano due immagini fisiologicamente separate;
  • Senso cromatico: è la capacità di percepire correttamente e senza anomalie i colori dello spettro visibile, che variano gradualmente dal rosso al violetto passando attraverso circa 250 colori diversi;
  • Percezione periferica: è la capacità di percepire oggetti che si trovano attorno a ciò che l'occhio sta fissando centralmente;
  • Abilità accomodativa: è la capacità di mettere a fuoco oggetti posti a diverse distanze dal volto;
  • Recupero all'abbagliamento: è la capacità di affrontare rapidi e intensi  incrementi di luminosità che inducono abbagliamento, una condizione che penalizza gravemente la visione e rende pericolosa la guida.

Per avere tutte le informazioni che desideri rivolgiti allo Specialista VISTA di Ottica Silingardi

*fonte: Comitato Difesa VISTA: l’importanza di una corretta compensazione visiva per una guida sicura